Support
E ci risiamo Mani blu palazzi blu panchine blu
Venerdì, 02 April 2021 09:53

E ci risiamo.

Mani blu, palazzi blu, panchine blu.
Politicanti e pseudogovernanti si fanno trovare pronti oggi coi palloncini in mano. Blu ovviamente.

E la terapia Aba? E l’inserimento sociale a chi sta crescendo o è cresciuto già da un pezzo? A , dimenticavo, è il centro per l’autismo per il quale alcuni genitori hanno buttato il sangue per 20 anni? E no....sapete....il covid.....ma vedrete che ......abbiate fede.

Intanto i genitori sbattono la testa al muro e pseudoterspisti pseudoformati pseudouomini si fanno avanti pieni di ipocrita amore e competenza.

Da stamattina ho sentito radio e televisione sviolinare romanticamente sull’autismo già 10 volte e fino a stasera toccherà sentirlo ancora molte volte.

Così la coscienza sarà a posto e, da domani, si potrà riporre l’argomento nel cassetto pronto ad essere rispolverato tra un anno.

Quanta amarezza.

Quanto dolore sta portando ogni anno che passa questo che doveva essere il giorno della consapevolezza dell’autismo e, invece, rende a me madre sempre più chiaro che oltre la famiglia mia figlia non ha nessuno

Dott. Elisa Spagnuolo


La definizione di autismo
L’autismo, o meglio denominato “disturbi dello spettro autistico“, è un disturbo del neuro-sviluppo che coinvolge principalmente linguaggio e comunicazione, interazione sociale, interessi ristretti, stereotipati e comportamenti ripetitivi.

I diversi livelli di compromissioni di tali aree va a comporre il quadro generico della persona affetta da autismo, oltre ad una serie di elementi che vedremo qui di seguito. Andiamo quindi a vedere nel dettaglio in cosa consiste l’autismo, partendo dalla sua scoperta.

I principali sintomi dell’autismo
A causa della gamma di sintomi che varia per livello da individuo ad individuo, l’autismo è ora chiamato disturbo dello spettro autistico (o ASD, acronimo inglese di “Autism Spectrum “Disorder“). Infatti il disturbo copre un ampio spettro di sintomi, livelli di abilità e disabilità, che possono influire o meno, nell’autonomia quotidiana e di vita. Come scopriremo più avanti, una diagnosi precoce diventa fondamentale per poter intervenire in maniera efficace sulle diverse componenti di compromissione, o meglio di “diversità di funzionamento”.

Quando si capisce che un bambino è autistico?
Alcune persone con diagnosi di autismo sono in qualche modo compromesse dal punto di vista cognitivo. Tuttavia, in contrasto con la più tipica compromissione cognitiva, che è caratterizzata da ritardi relativamente uniformi in tutte le aree di sviluppo, le persone con disturbo dello spettro autistico mostrano uno sviluppo non uniforme delle competenze.

I primi segnali di autismo si manifestano con problemi in alcune aree, in particolare la capacità di comunicare e relazionarsi con gli altri.

Tuttavia, è possibile riscontrare abilità insolitamente sviluppate in altre aree, come disegnare, suonare, risolvere problemi matematici o memorizzare i fatti, ed è per questo motivo che possono risultare sopra la media su test di intelligenza non verbale.

Alcuni bambini mostrano segni dalla nascita. Altri sembrano svilupparsi normalmente all’inizio, per poi scivolare improvvisamente nei sintomi quando hanno tra i 18 e i 36 mesi.

Pubblicato in Redazione
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Slider

raindropsBacheca Multimediale

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.